Dati nazionali

Due elaborazioni dei dati nazionali evidenziano la gravità dei problemi della scuola italiana.

Anzitutto gli stessi test ottengono punteggi medi più alti nei licei, più bassi nei tecnici e ancora più bassi negli istituti professionali. Tuttavia i punteggi medi delle regioni del nord e in particolare della Lombardia sono più alti dei punteggi medi delle regioni del centro sud (con le dovute eccezioni), al punto che le medie dei professionali lombardi sono equiparabili a quelle dei tecnici di alcune regioni del sud. I dati ottenuti all’Istituto Falcone devono quindi essere comparati, più che con dati nazionali, con dati lombardi.

Italiano_Medie per regione

Matematica_Medie per regione

In secondo luogo lo studio dell’evoluzione dei risultati nel tempo mostra che, mentre le regioni del nord si distaccano positivamente dalla media nazionale assumendo valori progressivamente più alti con il crescere della scolarità; le regioni del centro sud, al contrario, si distaccano negativamente dalla media nazionale, assumendo valori sempre più bassi. L’andamento dei dati fa pensare che al nord le scuole funzionano meglio che al sud, nel senso che fanno crescere i livelli di competenza, mentre al centro sud non ottengono crescite significative, ma addirittura una decrescita.

Italiano_Evoluzione per area

Matematica_Evoluzione per area

(Fonte: Rapporto Nazionale 2015, pagine 64, 66, 102-103)